BELFAST DI KENNETH BRANAGH, METTE UNA SERIA IPOTECA SUI PROSSIMI OSCAR.

-

BELFAST con le sue 7 Candidature, tra cui MIGLIOR FILM e MIGLIORE REGIA mette una seria ipoteca per la preziosa statuetta. Il bellissimo film diretto da KENNETH BRANAGH , in uno straordinario bianco e nero, ci riporta indietro nel tempo, nella sua Belfast degli anni 60, e più precisamente il 15 agosto del 1969. È estate, i ragazzi giocano tra di loro, è una giornata tranquilla, che in un battibaleno si trasforma in una cruenta guerriglia. BUDDY è un tranquillo bambino che va alle elementari, avrà più o meno 9 anni, la stessa età che aveva KENNETh BRANAGH , essendo nato nel 1960. Dopo tre giorni di avvisaglie il 15 Agosto esplode con tanta violenza il conflitto tra cattolici e protestanti che durerà moltissimi anni, e che ha avuto 3500 morti. BUDDY, vive con la sua famiglia protestante e proletaria , e con quella dei suoi nonni. Il padre lavora in Inghilterra, e torna a Belfast solo il fine settimana. Frequenta la scuola, legge i fumetti di Thor, e studia solo per poter stare seduto nei primi banchi, accanto a CATHERINE, coetanea, brava a scuola, bionda e cattolica. È un bambino molto curioso, e si fa trascinare facilmente in situazioni anche pericolose da una bambina più grande. Il padre, vorrebbe lasciare BELFAST, perché non vede un futuro per la sua famiglia, vorrebbe addirittura trasferirsi in Canada. Questo provoca in BUDDY situazioni e sentimenti contrastanti. Non vuole lasciare BELFAST, ma neanche Catherine, e soprattutto i suoi adorati nonni. Le cose cambiano nel giro di poco tempo, il nonno muore e gli scontri diventano sempre più violenti, e questo accelera la partenza per tutta la famiglia per l’Inghilterra, con l’approvazione della nonna che rimane da sola a BELFAST.

KENNETH BRANAGH è sicuramente un attore e regista poliedrico e istrionico,erede naturale di quella attorialita` inglese riconducibile al grande SIR dello spettacolo, LAWRENCE OLIVIER di cui BRANAGH è uno dei rappresentanti più autorevoli. Passa tranquillamente dal teatro al cinema, da MACBETH ad HARRY POTTER, dirige film come DUNKIRK o i remake di film come ASSASSINO SULL’ORIENT EXPRESS ,e il recente ASSASSINO SUL NILO ,fino a questo piccolo gioiello che è BELFAST. Diretto in maniera ineccepibile,forte anche di una bella sceneggiatura,di cui è autore, il film è girato in uno straordinario bianco e nero, con qualche piccola eccezione. Infatti sia l’inizio che il finale è a colori e ci presenta il porto di BELSTAF. Anche la colonna sonora è a dir poco strepitosa, che contiene ben otto canzoni di VAN MORRISON ,più la famosa hit del 1968 EVERLASTING LOVE ,inserita nella scena della riunione di famiglia e amici ,per commemorare e ricordare il Nonno morto in ospedale dopo lunga malattia.

Il cast del film

Ottimo tutto il cast ,ad iniziare dalla “faccia e dei denti” del piccolo BUDDY interpretato dal giovanissimo JUDE HILL, un’autentica rivelazione. MA ,la madre di BUDDY e del fratello WILL, è interpretata da CAITRIONA BALFA ,nota al grande pubblico per la famosa serie televisiva OUTLANDER. Nel ruolo di PA ,il padre assente , c’è JAMIE DORNAN ,che con questo film si è definitivamente tolto di dosso tutte le sfumature di grigio, rosso e nero. Ma le interpretazioni più emozionanti sono quelle di due autentici mostri sacri DAME JUDY DENCH ,la Nonna ,e CIARAN HINDS ,il Nonno , entrambi candidati ai prossimi Premi Oscar nella categoria Miglior Attrice e Attore non Protagonista.

Altri punti di forza del film sono ,la scenografia e i costumi che fanno risaltare ancora di più il bellissimo bianco e nero. Non sappiamo quanto KENNETH ci sia in BUDDY , oltre all’età ,una cosa che sicuramente li accomuna , è il grande amore per il cinema . Insieme al fratello WILL, guarda in TV ,GARY COOPER e GRACE KELLY in MEZZOGIORNO DI FUOCO , oppure JAMES STEWART e JOHN WAYNE in L’UOMO CHE UCCISE LIBERTY VALANCE. Insieme al padre guarda al cinema i film a colori come UN MILIONE DI ANNI FA con RAQUEL WELCH autentico sexy simbol di quegli anni ,e CITTY CITTY BANG BANG .Molto bella la scena dei colori del film che si riflettono negli occhiali della nonna .

BELFAST , è un film molto poetico , nonostante la violenza che lo parvade, un bellissimo affresco di un popolo,e di un periodo storico molto difficile ,con tanto sangue versato in nome degli ideali ,giusti o sbagliati ,di un popolo fiero .BELFAST è l’unico film che potrebbe insidiare ,quello che è il film favorito ,forte anche delle 12 candidature,nella prossima notte degli Oscar, lo straordinario IL POTERE DEL CANE di JANE CAMPION .Non ci resta che aspettare il prossimo 28 Marzo .

Salvatore Caracciolohttps://www.casacaracciolo.it
Un Blog a 70 anni? Chissà quante persone si faranno questa domanda. Chi si crede di essere, diranno altri. Che presuntuoso, diranno in coro alcuni. Tranquilli, dico a tutti, non racconterò nulla, e non dirò niente su tante cose, anche se ne avrei da raccontare su molti. Continua

Articoli recenti

Categorie Popolari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti