PERCHÉ L’INTRATTENIMENTO SU RAI3 È UN FLOP?

-

Rai3, sin da subito ha avuto una precisa identità, si è imposta come TV di servizio, una rete d’impegno sociale, da cui sono nati programmi, soprattutto politici, che hanno fatto epoca. Chi non ricorda TELEFONO GIALLO di Corrado Augias, MI MANDA RAI3 di Antonio Lubrano, e la sua “una domande nasce spontanea “, CHI L’HA VISTO ancora in onda dal 1989, ma soprattutto è stata la TV di Michele Santoro. SAMARCANDA , IL ROSSO E IL NERO, ANNO ZERO, SCIUSCIA’ hanno fatto la storia delle reta, e hanno aperto la strada a tutti i programmi di politica di oggi. È sempre stata la TV degli intellettuali, dei giovani. Scomoda, molti politici si sono rifiutati di andarci, intelligente, che sapeva parlare alla gente, alle piazze. È sempre stata una TV, che non si mai preoccupata degli ascolti, anche se oggi grazie a programmi come REPORT, CHE TEMPO CHE FA, CHI L’HA VISTO ci sono anche quelli.

Da qualche stagione, ha deciso di puntare anche sull’intrattenimento, probabilmente incentivata anche dagli ottimi ascolti della trasmissione di Fabio Fazio, l’unica che continua a fare ascolti a prescindere dalla rete che la manda in onda. E per farlo ha puntato su alcuni cavalli di razza come MASSIMO RANIERI, GIORGIO PANARIELLO e MARCO GIALLINI , e ultima, in ordine di tempo, FIORELLA MANNOIA ,in onda addirittura tre volte a settimana. Ma nonostante la qualità di questi programmi che e davvero alta, gli ascolti sono molto bassi. Massimo Ranieri che su Rai1 con le varie edizioni di SOGNO O SON D’ESTO su Rai 1 ha sempre fatto ottimi ascolti, su Rai3 ha fatto flop, con 1,5 milioni di telespettatori, pochi per uno show con tanti ospiti registrato al Teatro Sistina. Sempre dal Teatro Sistina, Andrea Delogu e Stefano Massini hanno presentato due edizioni di RICOMINCIO DA RAITRE una bellissima trasmissione dedicata al Teatro, con risultati disastrosi scesi fino a 300mila telespettatori mandata allo sbaraglio di sabato sera.

Non è andata meglio a Giorgio Panariello in coppia con Marco Giallini. LUI È PEGGIO DI ME, tranne la prima puntata che è quasi arrivata ad avere circa 1,5milioni di telespettatori, li ha dimezzati subito, dopo la prima puntata, scendendo ancora di più nelle puntate successive. Anche in questo caso il programma era fatto bene, con tanti ospiti, ma il destino era segnato. Cancellato dopo 4 puntate. Da un paio di settimane, per tre volte a settimana, lunedì, giovedì e venerdì, in seconda serata Fiorella Mannoia, conduce La VERSIONE DI FIORELLA, un bellissimo programma con musica e ospiti che di solito vanno poco in televisione, vedi Caparezza o Vinicio Capossela. Anche in questo caso dopo il milione della prima puntata, grazie anche al traino di Report, gli ascolti calano vertiginosamente. Va detto che effettivamente che la Rai in questo momento ha tante trasmissioni, in onda tra show, fiction, che fanno grandi ascolti, e sbaragliano quasi sempre la concorrenza, e quindi non è facile trovare la giusta combinazione con le altre reti. Infatti quasi sempre le trasmissioni di intrattenimento di Rai3, vanno in onda il lunedì, il giovedì o il venerdì, e si scontrano con le grandi fiction e gli show di Carlo Conti. Non parliamo poi del sabato sera oramai ipotecato dalla De Filippi, l’unica che con i suoi programmi batte la Rai. Nel caso di Fiorella Mannoia che va in onda in seconda serata, è ancora più difficile, perché oramai i programmi durano così tanto, che la seconda serata ha perso la sua importanza, e se il telespettatore sta già guardando un programma, non lo lascia per un altro. Certo c’è RaiPlay dove puoi rivedere tutti i programmi, ma non è la stessa cosa. Allora, come sta già facendo col programma su Ligabue, si potrebbero pensare a programmi esclusivamente per RaiPlay, come ha fatto Fiorello.

Va detto anche che c’è stata una trasmissione che è riuscita nell’intento. VIA DEI MATTI N. 0 infatti è andata bene, nonostante la collocazione in un orario molto particolare, iniziava alle 20,20 e finiva alle 20,45 scontrandosi col Tg1. Ma nonostante ciò nelle 35 puntate a cadenza giornaliera gli ascolti hanno oscillato tra 1,3 e 1,7 milioni di telespettatori. La trasmissione presentata da Stefano Bollani e Valentina Cenni ha fatto centro. Probabilmente una programmazione diversa potrebbe aiutare, perché è la qualità del programma che conta, e non la rete su cui va in onda.

Salvatore Caracciolohttps://www.casacaracciolo.it
Un Blog a 70 anni? Chissà quante persone si faranno questa domanda. Chi si crede di essere, diranno altri. Che presuntuoso, diranno in coro alcuni. Tranquilli, dico a tutti, non racconterò nulla, e non dirò niente su tante cose, anche se ne avrei da raccontare su molti. Continua

Articoli recenti

Categorie Popolari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti